Titoli

Gloria Ghisi

16012015172947_sm_10436

È giusto portare i bambini al museo?

Di passaggio a Roma in questi giorni, non ho potuto perdere la mostra allestita al Chiostro del Bramante e dedicata a Maurits Cornelis Escher, nato nel 1898 a Leeuwarden, in Olanda. Si tratta di uno degli artisti grafici più noti del Novecento: la sua produzione consiste soprattutto di incisioni e litografie, ed è conosciuto fra gli amanti del genere per… Leggi tutto

20112014094246_sm_9802

Un figlio e i suoi irrinunciabili diritti

Approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, ratificata dall’Italia con legge del 27 maggio 1991, n. 176, la Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza è stata depositata presso le Nazioni Unite il 5 settembre 1991. La traduzione italiana èstata invece  pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’11 giugno 1991. Una data che ricordo perfettamente, perché coincideva con il mio … Leggi tutto

25062014180014_sm_7994

Diamo i numeri o diamo i voti?

Quando i nostri figli erano piccoli, con le mie colleghe avevamo un’abitudine, al ritorno in ufficio dopo la pausa mensa: chiamavamo casa per  sapere come  andava. Ognuna aveva il suo stile, e le sue giornate, c’era chi sgridava e chi coccolava. Ma ricordo con raccapriccio una che, invariabilmente, ai suoi bambini chiedeva non tanto come era andata a scuola, ma… Leggi tutto

Gloria Ghisi

Sono nata nel 1955, a Milano. Ho fatto per tutta la vita la giornalista, dagli inizi in una radio milanese dove mi occupavo di redigere notizie per i radiogiornale, fino alle pagine degli appuntamenti culturali di Io donna, il femminile del Corriere della Sera. Nel frattempo passata da tante testate, da tre case editrici, ho messo insieme un’esperienza varia. Esperienza che mi auguro di non far appassire e di comunicare alle nuove generazioni, alle persone giovaniche frequentano il mio laboratorio di Tecniche di giornalismo femminile, all’Università Cattolica di Milano. Qui vorrei condividere invece le riflessioni che nascono dalle letture di vario genere, dalle “passeggiate” sui social network, dalle notizie sui giornali, dalle pagine dei libri. E infatti questo blog si chiama, semplicemente, TITOLI.

Utenti online