Titoli

Gloria Ghisi

20112014094246_sm_9802

Un figlio e i suoi irrinunciabili diritti

Approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, ratificata dall’Italia con legge del 27 maggio 1991, n. 176, la Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza è stata depositata presso le Nazioni Unite il 5 settembre 1991. La traduzione italiana èstata invece  pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’11 giugno 1991. Una data che ricordo perfettamente, perché coincideva con il mio … Leggi tutto

13112014162806_sm_9726

Chi è il serial killer delle librerie?

Sabato 15 novembre alla libreria Scaldapensieri, presidio culturale in zona Corvetto,  a Milano, ci sarà una grande festa. L’hanno organizzata perché la libreria chiude, è un brindisi, per ‘ sconfiggere le lacrime con sorrisi e abbracci che scaldano….i cuori e non solo i pensieri’. Non è che l’ennesimo caso, in Italia. Le librerie si dissolvono come neve al sole, i… Leggi tutto

07112014181135_sm_9655

Il piacere di guadagnare, pardon, di lavorare

Benigni chiede alla Rai un cachet da quattro milioni di euro. Le due prime serate sui ‘Dieci Comandamenti’ costeranno a viale Mazzini 2,4 milioni di euro e il comico toscano sta trattando anche per altre due seconde serate, del costo di 1,6 milioni. Questo titolo&sommario l’ha postato per prima una mia amica su Facebook, Graciela Cesari. Che ha commentato: Un… Leggi tutto

03112014102645_sm_9580

Il nuovo abito giallo di Milano

Da tempo non riuscivo più a leggere con il coinvolgimento che mi ha regalato Questa non è una canzone d’amore di Alessandro Robecchi, edito da Sellerio nella collana La memoria. Il libro ha i tre requisiti che guidano le mie scelte di lettrice negli ultimi tempi: è un giallo, ambientato a Milano, scritto da un giornalista. Criteri sui quali mi… Leggi tutto

Gloria Ghisi

Sono nata nel 1955, a Milano. Ho fatto per tutta la vita la giornalista, dagli inizi in una radio milanese dove mi occupavo di redigere notizie per i radiogiornale, fino alle pagine degli appuntamenti culturali di Io donna, il femminile del Corriere della Sera. Nel frattempo passata da tante testate, da tre case editrici, ho messo insieme un’esperienza varia. Esperienza che mi auguro di non far appassire e di comunicare alle nuove generazioni, alle persone giovaniche frequentano il mio laboratorio di Tecniche di giornalismo femminile, all’Università Cattolica di Milano. Qui vorrei condividere invece le riflessioni che nascono dalle letture di vario genere, dalle “passeggiate” sui social network, dalle notizie sui giornali, dalle pagine dei libri. E infatti questo blog si chiama, semplicemente, TITOLI.

Utenti online